La Cabina Trattamenti

Quando parliamo di centro wellness o SPA, la mente vola verso affascinanti zone umide, in cui calore, colore e acqua si mescolano in un insieme che coinvolge corpo e anima di chi si dedica un percorso per il proprio benessere. Troppo spesso, però, a beneficio dell’area umida viene trascurata l’importanza della cabina trattamenti, in cui l’ospite riesce, invece, a trovare un rapporto più personale con il proprio benessere, raggiungibile quando alla qualità del trattamento si somma l’impegno a sensibilizzare la parte emozionale.

La concezione di una cabina trattamenti, infatti, risulta essere un punto importante nella percezione dell’ospite. Tutto deve essere pensato in un quadro generale di insieme che ha l’obiettivo di presentare un ambiente armonico e accogliente.

La cura del dettaglio diventa indispensabile strumento di qualità che, sommato all’attenzione agli aspetti emozionali del trattamento stesso, permette all’ospite di vivere la sua migliore esperienza di benessere.

 

Anche dal punto di vista dell’imprenditore la cabina risulta essere elemento fondamentale, il cardine del reddito di un centro benessere, dato che nel trattamento le persone sono disposte a spendere di più rispetto al percorso in una zona umida, meglio soppesando il rapporto one to one con l’operatore.

 

L’insieme di tutti questi elementi fanno della cabina trattamenti un sistema complesso, da dover pensare nel minimo dettaglio affinché tutto funzioni bene, riesca a colpire la sfera emozionale dell’ospite e possa essere, allo stesso tempo, un luogo ove l’operatore possa lavorare in maniera
ottimale.

 

Iso Benessere ha puntato fortemente sulla cabina, con l’obiettivo di proporre uno strumento ottimale per l’operatore che voglia aggiungere alla propria capacità un ambiente che riesca a coinvolgere mentalmente l’ospite, con l’obiettivo di permettergli di ritrovare l’armonia con sé stesso e con il mondo intero:

  • la luce, gestita come strumento di benessere ad enfatizzare i benefici del trattamento;
  • gli arredi emozionali, strumenti attivi attraverso i quali l’operatore possa valorizzare il massaggio per l’ospite;
  • la cura del dettaglio, attraverso la quale l’ospite possa percepire l’eccellenza del centro benessere, da cui deve uscire così colpito da non vedere l’ora di ritornare.

Questo è il reale obiettivo di un centro wellness, che sarà possibile raggiungere solo mettendo l’ospite al centro di tutto.

Un concetto tanto semplice, spesso dato per scontato, ma ormai imprescindibile per tutti coloro che progettano cabine trattamenti che vogliano perdere la loro connotazione di semplici ambienti in cui svolgere il massaggio e che puntino a diventare validi strumenti di lavoro a disposizione
dell’operatore.

 

Articolo a cura di: Arch. Stefano Pediconi